User Experience Design

Per esperienza d’uso (più nota come User Experience o UX) si intende ciò che una persona prova quando utilizza un prodotto, un sistema o un servizio.
L’esperienza d’uso concerne gli aspetti esperienziali, affettivi, l’attribuzione di senso e di valore collegati al possesso di un prodotto e all’interazione con esso, ma include anche le percezioni personali su aspetti quali l’utilità, la semplicità d’utilizzo e l’efficienza del sistema.

Perché è così importante la User Experience?

Realizzare un prodotto o un servizio per il web richiede, come ogni altra cosa che deve essere realizzata, una fase di progettazione.
Questa progettazione permette di ridurre in maniera significativa le incertezze, avere un’idea più concreta di risorse necessarie alla realizzazione, permette a tutte le persone coinvolte nel progetto di poter stimare l’entità del lavoro per poi procedere secondo i piani.

Ma questo molto spesso non basta per garantire la buona riuscita di un progetto.
Seppur il progetto finale si concretizzi nei tempi e nei budget individuati inizialmente, cosa puo’ assicurarci che il prodotto sia “su misura” di quello che è il nostro audience?
Ecco che potrebbe capitare che ci si accorga di errori di progettazione solo dopo aver rilasciato al pubblico il nostro prodotto.

Progettare fin dall’inizio un prodotto o un servizio ponendo come base l’utenza che poi lo utilizzerà, assicurerà che la nostra soluzione sia quanto di più vicino a ciò che gli utenti realmente desiderano in quel preciso contesto d’uso.cartella_clinica_informatizzata_mockup

Un esempio. Pianificando di realizzare una piattaforma web per il personale medico, dando per scontata la sua efficienza (ovvero che funzioni correttamente e non ci siano malfunzionamenti), cosa mi assicura che veramente medici e infermieri la utilizzeranno? Come facciamo a sapere che il tipo di interfaccia che abbiamo progettato sia veramente la migliore per loro? E i dati che esponiamo sono davvero quelli che gli servono in quel momento, oppure dovranno perdere del tempo per raggiungere l’informazione giusta? E infine… siamo sicuri che una piattaforma web sia veramente di supporto al loro lavoro?

 

 

cartella-clinica-mockup-creationCome applichiamo lo User Experience Design sui nostri progetti in Officina 31?

Generalmente coinvolgiamo i progettisti fin dalle primissime fasi del progetto. Questi osserveranno e coinvolgeranno con interviste, studio sul campo, ed altri metodi, gli utenti che potrebbero essere interessati al nostro prodotto una volta realizzato. Così facendo riceveremo molti feedback che ci permetteranno di progettare il nuovo prodotto con l’occhio in più del “mercato” stesso.
Successivamente viene generato un report, condiviso con la committenza del progetto, e stabilito come procedere. Spesso questa fase prevede la strutturazione di un piccolo workshop interno.

Da qui si procederà generando un primo prototipo del prodotto che permetterà di sperimentare nel reale contesto d’uso quell’interfaccia.
Un prototipo che potrà essere cartaceo ovvero con degli schizzi delle schermate che vorremmo realizzare, oppure realizzando le grafiche ed animandole, al fine da mostrarle direttamente nel dispositivo di utilizzo (computer? smartphone? tablet?). Lo scopo è quello di realizzare qualcosa di non perfetto ma molto veloce, in maniera da poterlo testare nel suo reale contesto, con i suoi reali utenti, raccogliendo così dei feedback reali che altrimenti avremmo solo a fine progetto.

 

Quali sono i vantaggi della User Experience Design all’interno di un progetto?

Così facendo “prevederemo” in largo anticipo gli eventuali problemi che potrebbe avere la nostra utenza, e soprattutto i costi per “aggiustare il tiro” saranno infinitamente inferiori in quanto il prodotto ancora non è stato sviluppato, ma stiamo lavorando ancora con un prototipo che ha costi ridottissimi.
Applicare questo iter di progettazione permette non solo di consegnare un prodotto più aderente possibile a quello che realmente desiderano gli utenti, ma anche di risparmiare considerevolmente durante la fase di sviluppo evitando errori e vicoli ciechi.

 

Alcuni casi di successo: